Consigli

NON PIÙ ARIA PER GONFIARE I COPERTONI

In questi ultimi tempi anche nel campo del gonfiaggio delle ruote è arrivata una grande novità.

serviceQualcuno infatti ha avuto la rivoluzionaria idea di sostituire l’aria con la quale riempiamo abitualmente i nostri copertoni con una miscela costituita da vari altri gas. Il vantaggio sarebbe quello di eliminare gli inconvenienti comunemente dati dall’aria. Pare infatti che il tasso di umidità abitualmente presente nell’aria, sia causa di deterioramento rapido, l’ossigeno presente poi, raggiungendo elevate temperature durante il rotolamento, sarebbe uno dei motivi di scoppio o di combustione all’interno della ruota. Esso poi sarebbe, secondo la ditta produttrice, del “Secur Pneus”, la causa principale del calo fisiologico della pressione di gonfiaggio che è molto più accentuata nei nostri mezzi che rimangono fermi parecchio tempo. Il compressore con il quale si gonfiano le gomme, poi, metterebbe in circolazione vapori di olio la cui presenza accelererebbe l’invecchiamento della gomma e determinerebbe , in combinazione con l’ossigeno, la formazione di miscele infiammabili. Come vedete, un quadro abbastanza catastrofico, quasi come se fino ad oggi avessimo marciato affidati a quattro Santa Barbara rotolanti!! Comunque stiano le cose, noi non abbiamo mezzi per confutare quanto detto dagli esperti, i quali ci rassicurano che la nuova miscela elimina radicalmente tutti questi rischi. Ogni uno si regoli come crede. Rammentiamo che il Secur Pneus si trova ormai facilmente anche dalle nostre parti, presso i migliori gommisti. Ci è stato detto che il costo di gonfiaggio si aggira dalle 5 alle 10 mila lire a ruota. Teniamo presente che anche gli eventuali “rabbocchi” vanno sempre fatti con la stessa miscela.

Giuseppe Orlando

 

IL FRIGO IN VIAGGIO

Viaggiare con il frigo alimentato a gas o comunque con il flusso dell’erogatore della bombola aperto, comporta gravi rischi. Infatti anche se molti di noi hanno sperimentato che nei frigo trivalenti la resa del gas è superiore a quella a 12 volt, e dunque si tende a viaggiare in queste condizioni, esiste il pericolo di piccole esplosioni dovuto al formarsi , con i sobbalzi, di tante piccole bolle di aria nei tubi. Ciò d’altro canto, oltre ad essere riportato nei libretti d’istruzione dei frigo, viene spesso ripetuto dai rivenditori e di recente è stato anche oggetto di articoli sulla rivista Plein Air.

 

IL SORPASSO DEI TIR

PROBLEMA

Per ridurre il tanto temuto effetto “schiaffo” causato dai TIR e dai pulman che ci sorpassano in autostrada, vi sono alcuni di sistemi.

Uno di questi abbastanza efficace sembra essere quello di lasciare l’acceleratore per qualche secondo nel momento in cui vediamo il tir che in fase di sorpasso ci sta affiancando, (cioè grosso modo quando il muso del tir si trova all’altezza del nostro angolo posteriore sinistro) proprio in quel momento inizia lo spostamento d’aria e la decelerazione che noi provochiamo lasciando l’acceleratore, fa si che la massa dell’autocaravan aumenti rendendolo più stabile e meno sensibile allo spostamento d’aria. Provare per credere.

workshop

 

LAVATRICE IN CAMPER

PROBLEMA

Durante i lunghi viaggi estivi, data la temperatura, si è costretti a cambiarci spesso, biancheria intima, le magliette, pantaloncini e calzette, soprattutto quando ci sono bambini piccoli. Nasce così l’esigenza di fare spesso il bucato.

SOLUZIONE

Naturalmente non proponiamo una lavatrice con 4 programmi superautomatica, si tratta semplicemente un fustino rotondo da 15 lt. con la bocca grande normalmente in vendita nei negozi di articoli casalinghi (si usano per mettere le olive). Si introduce la biancheria da lavare, il detersivo e acqua fino a raggiungere la metà del livello, si chiude ermeticamente e si dispone in orizzontale. Durante gli spostamenti, con il rollio prodotto dal camper, l’acqua sta continuamente in movimento così da facilitare il lavaggio degli indumenti. Arrivati a destinazione basta solo risciaquare. Costo € 10,00 circa.

 

MISCELATORE DOCCIA ECONOMIZZATORE

PROBLEMA

Normalmente i nostri mezzi vengono forniti dotati di una doccia con due rubinetti per la miscelazione, ne consegue che prima di lavarsi bisogna temperare l’acqua ed eventualmente ogni volta che ci si deve risciacquare si deve ritemperare per trovare la temperatura desiderata. Tutto ciò a discapito dell’economia dell’acqua.

SOLUZIONE

Sono in vendita pressi i negozi di giardinaggio o idrosanitari delle doccette con la chiusura a pulsante che permettono, dopo aver temperato l’acqua, di chiudere il flusso in modo che alla riapertura l’acqua si trovi già alla temperatura desiderata. Il montaggio è semplice in quanto la filettatura è dello stesso passo della doccia di serie, la spesa si aggira dai 5 ai 15 Euro.

 

SIFONE PER LAVELLO

PROBLEMA

Spesso nei nostri mezzi, dopo lo scarico dell acque chiare si verifica una fuoriuscita di cattivo odore dai lavelli, questo è dovuto al fatto che manca il sifone e dunque i cattivi odori che si formano nei serbatoi riescono a risalire attraverso i tubi di scarico.

SOLUZIONE

Procurare un normale sifone normalmente in commercio, sempre che si possano adattare ai nostri lavelli od reperire un tubo di rame piegato ad “S” e 2 fascette, interporre fra lo scarico del lavello e il tubo di scarico in modo che l’acqua che ristagna nella parte bassa del sifone non faccia risalire cattivi odori. Costo dell’opera € 15,00 circa

 

MAI SENZA CORRENTE

PROBLEMA

Forse non vi sarà mai capitato, mi auguro che sia così, ma vi assicuro che chi si è trovato improvvisamente senza corrente in camper non potendo usare luci, scarico wc, lavandini, doccia e niente di tutto quanto funzioni elettricamente, entra veramente in crisi, allo stesso modo quando ci si accinge a mettere in moto il mezzo e ci si trova improvvisamente con la batteria principale KO; le cause possono essere molteplici, ma intanto serve una soluzione immediata e provvisoria.

SOLUZIONE

La soluzione è semplice quanto ovvia, basta collegare il polo positivo della batteria principale al polo positivo della secondaria, il collegamento può essere effettuato in maniera definitiva con un cavetto di 6 mm., interponendo un interruttore stacca batterie in modo che normalmente mantenga sempre aperto il collegamento, ma al momento dell’emergenza basta chiudere il contatto e, che sia la batteria principale o la batteria dei servizi scarica, viene ad essere alimentata dall’altra. Costo dell’interruttore €.20,00 circa.

 

TETTO CALPESTABILE

PROBLEMA

Sebbene i tetti dei nostri camper spesso vengano dichiarati calpestabili con tranquillità, molte volte questo non corrisponde al vero. Il problema sorge soprattutto quando, essendo attrezzati di portapacchi e o box, si incontrano notevoli difficoltà nell’accedere agli stessi perché sembra quasi che il tetto ci sprofondi sotto i piedi;

SOLUZIONE

Con poca spesa e un minimo di iniziativa si può risolvere l’inconveniente. Basta procurarsi delle lastre di “alluminio mandorlato”, e farle tagliare sulla misura dei longheroni del portapacchi. Successivamente si procede al montaggio di queste sui longheroni stessi fissandole saldamente o con viti autofilettanti o con rivetti. E’ comunque consigliabile non eccedere con l’apposizione di queste pur leggere lastre e limitarsi a creare delle zone di appoggio per i piedi nei punti effettivamente necessari. Il costo orientativo del materiale e della messa in opera non supera le € 150,00.

N.B. il costo potrebbe lievitare enormemente se nell’atto di forare con il trapano l’alluminio e i longheroni, non vi fermate in tempo e trapassate anche il tetto. (occhio al trapano!!).

 

FRIGO TRIVALENTE IN TILT

PROBLEMA

Vi è mai capitato, nel più bello del viaggio e in piena estate,che il vostro frigo trivalente non raffreddi, anzi addirittura riscaldi ? Sono veramente grossi i disagi che si vivono in queste occasioni. Anche in questo caso le cause possono essere molteplici. Può trattarsi dell’erroneo utilizzo in contemporanea del funzionamento a gas + elettrico che determina, così, un surriscaldamento dell’ammoniaca contenuta nel circuito. Si forma così la famosa bolla d’aria (embolia)

SOLUZIONE

Un primo intervento di emergenza si può effettuare smontando la griglia di aerazione che si trova all’esterno. Si ha cosi accesso alla serpentina ove circola l’ammoniaca, e proprio qui può essersi formata la bolla d’aria di cui sopra. A questo punto, con cautela, utilizzando possibilmente un pezzetto di legno, dare dei colpetti alla serpentina stessa partendo dalla parte inferiore e risalendo fino al terminale superiore. In questo modo si provoca il distacco della bolla dalle pareti e la conseguente risalita verso l’alto risolvendo in parte o in toto il problema. In caso di insuccesso è necessario smontare e capovolgere il frigo (o il camper..!)

 

IL MOTORE PERDE DI POTENZA

 

service-maintainencePROBLEMA

Forse non vi è mai successo, ma quando capita, specialmente durante un viaggio, può veramente pregiudicarsi la serenità di una vacanza e credetemi questo consiglio scaturisce da un’esperienza vissuta. Certamente non capita spesso anzi generalmente si può verificare dopo 4 o 5 anni di vita del mezzo.

Il camper non va, nel senso vero della parola, perde di potenza, addirittura tende a spegnersi e in salita devi addirittura scendere tutte le marce basse. La colpa è del carburante sporco che non arriva alla pompa, e dopo aver cambiato il filtro il problema rimane.

 SOLUZIONE

Prima di portare il mezzo in una officina, magari lontano da casa se non all’estero dove cominciano con lo smontare la pompa e gli iniettori rischiando di dover pagare una cifra e stare fermi qualche giorno, conviene fare un semplice tentativo. Basta fermarsi in un’area di servizio ove potrete disporre di un compressore, togliere il tappo del serbatoio, staccare il tubo di pescaggio che porta il carburante dal serbatoio al filtro, e sparare un soffio di aria nello stesso tubo in modo da liberare il prefiltro del serbatoio stesso dalle impurità che vi sono accumulate e facilitare così la ripresa del pescaggio. Vi assicuro che è il toccasana per continuare serenamente la vacanza. Rimane il fatto che al ritorno, dal vostro meccanico di fiducia, bisogna far smontare e ripulire regolarmente il serbatoio dalle impurità.